domenica 4 febbraio 2018

Intermodalità concentrata!

La mattina, a prendere il treno in bicicletta, cominciamo a diventare tanti. questo giustificherebbe un po' di posto sulle carrozze? Personalmente se non mi fosse concesso portare la bici, senza pagare un biglietto integrativo, non sceglierei il treno per i miei spostamenti casa-lavoro.
Per ora ci accontentiamo del vestibolo della carrozza, dal lato della porta che resta chiusa durante tutto il viaggio, se non troviamo qualcuno che l'ha già occupata con qualcosa!

mercoledì 10 gennaio 2018

Posto per il free floating

Sui marciapiedi, sugli alberi, nei navigli... che fastidio queste bici free floating guidate da biciclisti dilettanti. Sono un pericolo per chi esce da una casa o da un negozio a ridosso della strada... 5 bici gialle potrebbero indebitamente occupare un posto auto, di quelli utilissimi, preziosi e redditizi, con le linee blu.

martedì 2 gennaio 2018

Buon 2018

Cominciamo bene questo 2018 pedalando!

Magi on bikes from ett schioppa on Vimeo.

mercoledì 6 dicembre 2017

Veramente una brutta macchina! Funziona, ci saranno soluzioni efficaci, certamente non è costato molto immaginarne la forma. Profili di alluminio industriale, scatole di metallo per componenti elettroniche, pannelli in laminato... Però se ne sente il bisogno. Un posto dove pulire bene una bici appena tornata da un po' di Downhill estremo o una pedalata in MTB sul Sacro Monte.
Spero sia ecologica...



venerdì 1 dicembre 2017

Incrociamo e condividiamo...

Non parliamo di condividere contenuti ma spazio nella strada.
Una possibile soluzione agli incroci complessi e trafficati, nei quali segnaletica, infrastrutture e dispositivi di gestione del traffico non riescono ad essere completamente efficaci.
Certamente non contemplati dalla normativa, gli spazi condivisi e gestiti dalla negoziazione fra i fruitori si creano per necessità. Migliorano il comportamento e l'attenzione?



In un periodo di sistemazione del manto stradale, abbiamo avuto uno spazio condiviso ed autogestito all'incrocio di Aguggiari e viale Ippodromo e via Montello.



venerdì 10 novembre 2017

Ma che razza sei?

Che razza di ciclista sei?
Un Biciclistaurbano? Biciclettante? Pedalaro? Doppioruotista? Discesista? Biciturista? Mobiciclista bikemiciclista?



mobilityweekLeporello from ett schioppa on Vimeo.

Cinelli's Circus Story

Cinelli, sempre di più diventa un fenomeno di cultura. La grafica sulle sue bici, come quella del logo di Italo Lupi mi emozionano, arte.



Bike Sharing 2.0 a Varese. Il FreeFlow



Da un momento all'altro Varese si trovarà ad affrontare i problemi ed a godere dei benefici del Free Floating. l'Amministrazione Comunale, nel suo piano Varese si Muove, ha introdotto Ofo ed il Free Floating, affiancando (e magari superando) il bike sharing già (poco) in uso.

OfoinVareseStadium
Come ci racconta Cyclopride è una questione di stile di vita. Essere rispettosi: del prossimo che prenderà la bici gialla; del pedone che troverà le bici parcheggiate sul marciapiedi o rischierà di essere investito da ciclisti urbani improvvisati; degli automobilisti che dovranno convivere con una nuova razza di Ciclisti.

Certamente, per un po', la città sarà impreparata a questa ondata gialla. Le rastrelliere sono arredi urbani rari e sconosciuti.

Raggio 2017, stile di vita a pedali.

Scegliete il vostro evento preferito per questo week-end. Mercato, ma della cultura della bici a Raggio, nelle ex Cartire Pigna.


giovedì 28 settembre 2017

Quanto costa un buon lavoro? € 9.500,00

Nonostante la bella Velostazione, nei dintorni della stazione di Turate le bici erano attaccate ovunque si potesse assicurarle. Alle recinzioni, ai pali della segnaletica, più bici fra loro, senza ancoraggio.
Oggi ho trovato una favolosa area pavimentata ed attrezzata con archetti.
Una posizione felicissima. Nel mezzo del traffico delle auto e dei pedoni, davanti a bar e negozi. Difficilmente un ladro avrebbe il coraggio di presentarsi con una cesoia. Non disturba vedere le bici in quel luogo, sono tutto sommato in "ordine" nel contesto, con il parcheggio delle auto ed i prati intorno.

La Velostazione è un po' più appartata e c'è meno movimento intorno, nonostante sia coperta, protetta da telecamere e chiusa, con un accesso controllato, credo che non abbia lo stesso successo degli archetti. Certamente è la posizione a fare la differenza.

Ero curioso di sapere quanto sarebbe potuto costare un lavoro così semplice ma utile e ben fatto. Ho trovato la risposta da un oppositore del progetto, che ha raccolto documenti e dati per convincere dell'inutilità della spesa, ben €9.500. Sarà costato anche di più, non ho dubbi però sulla utilità, visto che non c'era un posto libero. Questo Consigliere, forse, farebbe bella figura ad ammettere che, questa volta, sono stati spesi bene (oppure a cancellare il post).

mercoledì 27 settembre 2017

Bicycle Film Festival Milano 2017

Anche quest'anno il festival di Brendt Barbur festeggerà la bicicletta con cortometraggi e documentari, eventi e mostre.
Il BFF è ancora un appuntamento genuino e festoso. Non ha ancora attirato troppi ricchi sponsor.


venerdì 18 agosto 2017

Friburgo è decisamente pericolooosa per i ciclisti!

Friburgo è una delle città più "sostenibili ed ecologiche" della Germania, considerata "capitale" della bicicletta.
Ma...
Non c'è il bike sharing!
Ha "solo" 500 km di piste ciclabili (Monaco circa 1300 km)!
Le rotaie del tram ovunque!

Frieburgtur

Ci sono anche i Bächle, "pericolosissimi" ruscelletti urbani ai lati delle strade, agguati per i pedoni ed i ciclisti!

Freiburg bicycles

Però...
Il bike sharing non c'è perchè tutti hanno una bicicletta (ce ne sono più delle macchine).

Freiburg bicycles

Volendo la si può affittare.

Freiburg bicycles

Non mancano parcheggi, per soste momentanee,

Freiburg bicycles Freiburg bicycles

Per sose lunghe, in luoghi più controllati, anche alla stazione delle ferrovie, oppure sotterraneo, sotto la biblioteca della università,

Freiburg bicycles

Freiburg bicycles

I caratteristici canaletti, i Bächle, possono essere usati anche per parcheggiare comodamente, specie per le bici senza cavalletto.

Freiburg bicycles

Molte strade sono in "Zone 30 km/h", tutti sono rispettosi gli uni con gli altri, pedoni, ciclisti, automobilisti. La città si può però raggiungere con diverse piste ciclabili,

Radnetz FR1 Radnetz FR2

Che appartengono ad una rete regionale Radnetz.

Radnetz FR1 Radnetz FR1

Gute Fahrt!

Bikesharing in ogni città?

Vélhop
Strasburgo (F) ha un comodo bikesharing, Vélhop. Ogni bicicletta ha un catenaccio con il quale legare la bici ad un archetto di parcheggio, non necessariamente alla stazione di parcheggio del bikesharing. Si può scegliere fra un affitto a lungo termine, a breve termine o aziendale.
Il bikesharing di Hong Kong, gobee.bike utilizza un meccanismo per bloccare la ruota, controllato a distanza. Usando una App per leggere il codice a barre, la si sblocca e blocca, non esistono stazioni di parcheggio per il Bike sharing. A portare il Bike Sharing in questa città è stato un giovane imprenditore, Raphael Cohen.
Friburgo (D), forse la capitale della bicicletta in Germania, certamente la capitale "della sostenibilità" non ha il Bike Sharing.
Luc Sabbatini, l'uomo dietro bixi, il bike sharing di Montréal e Toronto, gestito dalla PBSC, parlando delle critiche ad alcuni schemi di bike sharing, afferma "... ci sono città in cui decidiamo di non andare, perchè non crediamo che abbiano bisogno di un sistema di bike sharing".

giovedì 17 agosto 2017

Mit dem Rad - durch's Quadrat (RadKULTUR Baden-Württemberg)

Scrivere una brano, eseguirlo ed illustrarlo con un video scherzoso, coinvolgendo scuole, associazioni, aziende, può essere una idea non ancora attuata in molte delle nostre città.

Mit dem Rad durchs Quadrat



Promuovere il DIVERTIMENTO con la bici in modo semplice e divertente, canzone simpatica, video scherzoso, un po' di viralità...

mercoledì 12 luglio 2017

Coppa Cobram del Garda 2017

Il 24 settembre 2017 ci sarà la prossima Coppa Cobram Garda 2017


Cos'è che fa di una iniziativa un successo? lo scenario spettacolare? la sfida estrema? la storia?
Accanto alle ormai note iniziative, come l'Eroica ed affini, gran fondo, giri, tour e vuelte, ci sono i tweed ride e questa giovane iniziativa. Per farne un successo ci vuole FILOSOFIA!

"La filosofia alla base di questa singolare manifestazione è molto semplice: rendere omaggio ad uno dei personaggi più amati del cinema italiano, Il Ragionier Fantozzi, magistralmente interpretato dall’ineguagliabile Paolo Villaggio e, nel contempo divertirsi come i matti.
La filosofia della Coppa Cobram del Garda? È una cagata pazzesca!
Non c'è nessuna filosofia ma solo una grande voglia di divertirsi... in bici."


lunedì 12 giugno 2017

Cinebicifestival


Finalmente abbiamo anche noi un CineBiciFestival a Varese! in concomitanza con il Cicloraduno nazionale della FIAB, Cortisonici  ci hanno organizzato l'evento sui pedali!

Programma
LUNEDI 19 GIUGNO
Ore 18.30: tavola rotonda “Turismo in bicicletta: destinazione Varese!” Con Marco Magrini e Paolo Landini (Provincia di Varese), Dino De Simone e Valeria Marinoni (Comune di Varese), Aldo Colombo (Regione Lombardia), Elena Maggi (Universita Insubria) – Spazio Substrato, via c. Robbioni 5
Ore 20.30 : inaugurazione cine bici festival, saluto delle istituzioni e incontro con Noemi Cantele
Ore 21.30 : proiezione documentario “Una domenica all’inferno” (1977) di Jorgen Leth – Tensostruttura Giardini Estensi – Via Sacco, 5esenews Michele Mancino – Libreria Ubik – Piazza Del Podestà
MARTEDI 20 GIUGNO
Ore 20.45 : Incontro con Leo Turrini, autore del libro “Il Pirata e il Cowboy. Pantani e Armstrong. Le Storie Maledette”
Ore 21.30 : Proiezione documentario “The Armstrong Lie” (2013) del Premio Oscar Alex Gibney – Tensostruttura Giardini Estensi – Via Sacco, 5 di Varesenews Michele Mancino – Libreria Ubik – Piazza Del Podestà
MERCOLEDI 21 GIUGNO
Ore 21.00 : Incontro Intervista Con Renzo Oldani e Damiano Franzetti
Ore 21.30 :  Proiezione Film “To The Fore” (2015)  di Dante Lam – Anteprima Nazionale – Tensostruttura Giardini Estensi – Via Sacco, 5 di Varesenews Michele Mancino – Libreria Ubik – Piazza Del Podestà
GIOVEDI 22 GIUGNO
Ore 21.00 : Incontro con Alessandro Ballan e concerto della band Francesco Piu Duo alimentato pedalando – Tensostruttura Giardini Estense – Via Sacco, 5
SABATO 24 GIUGNO
Ore 17.30: presentazione del libro di Gianni Spartà “Dimmi Perché’ Parti” Edizioni Deste. Interverranno l’assessore alla cultura Roberto Cecchi e il Vice direttore di Varesenews Michele Mancino – Libreria Ubik – Piazza Del Podestà


giovedì 11 maggio 2017

Design per pedalare in sicurezza

Il Design al servizio della sicurezza, la soluzione ad un problema, trovata con creatività, supportata con fondi e capacità di visione.



Le Regole di buonsenso da rispettare.

mercoledì 12 aprile 2017

Cicloraduno Nazionale FIAB 2017


Si svolgerà da lunedì 19 a domenica 25 giugno 2017,  CICLORADUNO dei Sette Laghi – Lombardia, - la XXIX edizione del Cicloraduno FIAB, dedicata alle famiglie e alla mobilità sostenibile.

sabato 28 gennaio 2017

Bici rubate e ritrovate - Milano

Sulla pagina Facebook trovate le immagini delle bici recuperate dalla Polizia Locale di Milano. Se conoscete qualcuno che potrebbe aver subito un furto, segnalatela.

"Pagina, curata dalla "Squadra Contrasto Bici Rubate" della Polizia locale di Milano, dove trovare informazioni utili per recuperare una bicicletta rubata in città o nell'area metropolitana. La Pagina pubblica le foto delle bici recuperate, anche di concerto con le altre Forze dell'Ordine della città, e fornisce informazioni e istruzioni utili per il loro recupero."

martedì 24 gennaio 2017

CIEMMONA 2017 a Bari

Dal 26 al 28 maggio 2017, a Bari. L'ho letto su un quotidiano stamattina! Strano ne parli un giornale, con tanto anticipo.
Su 1503 votanti: 898 hanno votato per Bari; 605 hanno votato per Firenze.
la notizia è comparsa sulla pagina Ciclofficine e sulla pagina FB CriticalMass


giovedì 3 novembre 2016

Bicilluminiamoci

Sabato 12 novembre dalle 17:00, piazza Monte Grappa, sarà il punto di partenza per l'iniziativa il Ciclista Illuminato, per ribadire l'importanza della visibilità in strada. Perché una luce e un materiale rifrangente possono davvero fare la differenza.
Quest’anno  – insieme ai ragazzi di CYCLHUB - Ciclocittà intercettarà alcuni dei ciclisti "spenti" che circolano anche a Varese, per invitarli ed aiutarli ad illuminarsi.
Sempre a proposito di luce :  lunedì 14 novembre è previsto il fenomeno astronomico della Super-Luna-Piena.  Legambiente organizza un incontro ai Mulini di Gurone: se il tempo sarà favorevole Ciclocittà parteciperà in bici:  “illuminati dalla luna” !

Partecipare al Piano di Governo del Territorio di Varese

Da poco ho scoperto che l’Amministrazione Comunale  di Varese sta  revisionando il Piano di Governo del Territorio (PGT) e chiede la partecipazione per un “aggiustamento”  che lo renda conforme ai propri obiettivi programmatici, da discutere con cittadini ed associazioni.
Sul sito PGTiPartecipo trovate tutte le informazioni per partecipare a questo laboratorio. Anche FIAB Ciclocittà  parteciperà agli incontri ed invita anche i soci a registrarsi sul sito del Comune,  ad aiutarci ad elaborare il nostro punto di vista di pedoni e ciclisti urbani. Gli incontri nei rioni sono stati tutti ad ottobre. Le iscrizioni era previsto si chiudessero per il 15 ottobre, potrebbe valere la pena essere iscritti, per ricevere la newsletter.

venerdì 28 ottobre 2016

Bike Box, Case avanzate

IMG_20161025_153121Provate a cercare su intente le "case avanzate bici" oppure Bike Box, le line di stop arretrate per le auto ed avanzate per le bici. Sono un mezzo semplice per rendere un po' più sicuri incroci critici. In più di una situazione credo possano essere soluzione utile. A Barcellona stanno per diventare molto diffuse.

giovedì 13 ottobre 2016

Le città cresciute male, anche per le auto.

Il blog dello studio Gehl racconta come la sua esperienza a Copenaghen abbia svilito i suoi spostamenti quotidiani a San Francisco. Come possiamo diventare come Copenaghen? Non possiamo.
Sono stato nella capitale danese nel 2001, per vivere in prima persona una realtà che, per anni, nel progettare la viabilità, in generale gli spazi urbani, ha considerato possibile spostarsi in molti modi, a piedi, in bici, con i mezzi pubblici,in moto ed auto.

Varese, come molte città in Italia, è cresciuta (male) per essere percorsa in auto. Autobus, a piedi, in bici  sono scelte non contemplate. Lo capisci dagli interventi sporadici ai marciapiedi, dai percorsi dei mezzi pubblici, dai parcheggi di interscambio, dalla inaccessibilità delle stazioni.
Ma l'auto è una scelta valida?
Da tutte le direzioni, negli orari di punta, Varese è assalita da pendolari in auto. I dati sui flussi di traffico nel tempo, vecchi, ma disponibili sul sito della (ex) Provincia, si riferiscono numero di mezzi/ora.
Nell'esempio, preso a campione, il grafico raggiunge un picco fra le 7 e le 8, per poi calare fra le 8 e le 9, in cui arriva a 1700 veicoli l'ora.

Cosa significa?
7:00 si cominiciano a spostare tutti. Le strade si riempiono ma il traffico è fluido, 1600 auto/ora.
8:00 si accompagna a scuola i bimbi e ci si riversa sulle arterie per andare a lavoro, 1700 auto/ora.
8:00- 9:00 le auto sono in strada ma 1200 auto/ora percorrono la strada.
Perché il calo di flusso? Perché sono ferme. Sono sempre lì ma non muovendosi, non c'è flusso.

Se invece le flusso si fosse calcolata la velocità media degli spostamenti fra due punti su una arteria? Ad esempio: Fine Autostrada - Largo Flaiano,  oppure Ponte sul Vedano - Viale Borri?
- in orari non di punta, nella migliore condizione posso ipotizzare il rispetto dei limiti: 50 km/h e 70 km/h.
- in orari di punta ipotizzo quella che, per anni, è stata la mia velocità media: 35 km/h, nei casi peggiori 10 km/h.